Comunicati stampa

Presentazione delle due nuove strutture per pazienti psichiatrici a Luino: una Comunità e un Centro Diurno

Da poco più di due mesi la Psichiatria del Verbano si è arricchita della Comunità protetta e del Centro Diurno ospitati nell’accogliente Villa Maria, proprio accanto all’Ospedale di Luino.

Giovedì 23 ottobre alle ore 16, a Villa Maria, avverrà la presentazione di queste due nuove strutture a tutti gli interessati.
Il programma della manifestazione prevede il saluto delle Autorità, la presentazione dell’organizzazione e dello staff della Comunità e del Centro Diurno, la proiezione del filmato “Carosello di immagini”, la consegna degli attestati di riconoscimento ai volontari e il numero 0 del giornalino della UOP I del Verbano. Si potranno poi visitare le due strutture a piccoli gruppi.
A conferma dell’importanza dell’avvenimento, hanno garantito la loro presenza molte autorità locali. Per citarne solo alcune, oltre al direttore generale dell’Azienda Ospedaliera di Varese, Walter Bergamaschi, ci sarà il direttore generale della A.S.L. di Varese, Pierluigi Zeli, l’assessore provinciale Cristian Campiotti, il sindaco di Luino, Gianercole Mentasti, i presidenti della Comunità Montana della Valcuvia, Marco Magrini, e di quella delle valli del Luinese, Ido Locatelli, il presidente regionale delle associazioni di familiari, Eugenio Riva, la presidente del Copasam provinciale, Lisetta Buzzi Reschini, la presidente di A.Di.A.Psi., Giovanna Binda, il presidente di “Varese per l’oncologia”, Gianni Spartà e molti altri. A fare gli onori di casa, il dr. Isidoro Cioffi, direttore dell’U.O. di Psichiatria del Verbano
Nel Centro Diurno, personale specializzato si prende cura dei pazienti psichiatrici con moderne terapie riabilitative e risocializzanti. Vi si svolgono anche attività all’esterno della struttura per favorire l’integrazione della persona sofferente nel proprio territorio. Inoltre, la stanza polifunzionale multimediale del Centro Diurno, essendo a disposizione anche dei cittadini, permette un continuo collegamento con la società.
La Comunità protetta è, invece, una struttura residenziale che accoglie pazienti affetti da importanti patologie psichiatriche. Nella Comunità protetta si promuove il raggiungimento di un maggior livello di autonomia del paziente, attraverso programmi personalizzati. La Comunità fornisce interventi in collaborazione con la famiglia del paziente e con altre agenzie sociali in previsione della futura dimissione del paziente stesso. Essendo strutturata per monolocali e bilocali e non, come avviene tradizionalmente, per stanze, consente ai pazienti una convivenza più simile a quella che li attende sul territorio.
La Comunità protetta e il Centro Diurno sono totalmente gratuite e facilmente raggiungibili coi mezzi pubblici

Varese, 21 ottobre 2008