Comunicati stampa

I sofferenti psichici del Centro Diurno Luvino di Luino donano 3 pupazzetti da loro realizzati alla Pediatria dell’Ospedale del Ponte

Un gesto di solidarietà e vicinanza ai “cuccioli” ricoverati

Questa mattina, alla presenza della dott.ssa Anna Iadini, referentedella Direzione Medica per il Del Ponte, del prof. Massimo Agosti, Direttore del Dipartimento della Donna e del Bambino, del prof. Alessandro Salvatoni, Direttore della Pediatria, e del dott. Isidoro Cioffi, Direttore del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze dell’ASST Sette Laghi, sono stati donati alla Pediatria dell’Ospedale del Ponte dai pazienti del Centro Diurno Luvino di Luino tre degli 8 pupazzetti da loro realizzati nell'ambito del laboratorio riabilitativo artigianale.

I sofferenti psichici hanno espresso vivamente il desiderio di donarne 3 all'Ospedale del Ponte di Varese per la tenerezza che ispirano loro i piccoli degenti. 

“Con questo gesto simbolico si mette in risalto – specifica l’educatrice Alessandra Lamanna - che i sofferenti psichici, anche i più gravi, sono una risorsa umana dotata di profondi sentimenti di solidarietà”. 

L'accettazione del disagio da parte della società è il primo passo verso la guarigione. “Riteniamo necessario promuovere e sostenere una cultura dell'accoglienza del disagio mentale come valore per la collettività. – sottolinea lo psichiatra Michele Zara - Si rafforza così la capacità delle persone con disagio psichico di avere un ruolo sociale attivo e soddisfacente all'interno della comunità”.

“L'inclusione sociale – sottolinea l’educatrice Maddalena Campello - deve avvenire nei luoghi di vita delle persone anzichè in contesti artificiali e lontani dalla vita reale”.

L’evento si è concluso in allegria con la creazione in gruppo di fiori di carta a cura di sofferenti psichici, piccoli pazienti, operatori e volontari.