Ospedale Del Ponte - Punto di Primo Intervento Ginecologico e Pediatrico

$viaIndirizzoStruttura.getData()

Descrizione:

Il Punto di Primo Intervento ostetrico-ginecologico

 

E' riservato alle emergenze ostetrico-ginecologiche, in collegamento con il Pronto Soccorso EAS dell'Ospedale di Circolo di Varese (dove vengono comunque indirizzate le emergenze legate a traumi - incidenti stradali ecc. - e le emergenze cardiologiche importanti).

Il servizio è ubicato al 1° piano del Padiglione Leonardo.

 

 

 

Il Punto di Primo Intervento pediatrico 

E' riservato alle emergenze pediatriche, in collegamento con il Pronto Soccorso EAS dell'Ospedale di Circolo di Varese (dove vengono comunque indirizzate le emergenze legate a traumi - incidenti stradali ecc. - e le emergenze cardiologiche importanti).

Il servizio è ubicato al piano terra del Padiglione Leonardo

Telefono:

Email:

Ospedale Del Ponte - Punto di Primo Intervento Ginecologico e Pediatrico

Piazza Biroldi 1

Il Punto di Primo Intervento ostetrico-ginecologico

 

E' riservato alle emergenze ostetrico-ginecologiche, in collegamento con il Pronto Soccorso EAS dell'Ospedale di Circolo di Varese (dove vengono comunque indirizzate le emergenze legate a traumi - incidenti stradali ecc. - e le emergenze cardiologiche importanti).

Il servizio è ubicato al 1° piano del Padiglione Leonardo.

 

 

 

Il Punto di Primo Intervento pediatrico 

E' riservato alle emergenze pediatriche, in collegamento con il Pronto Soccorso EAS dell'Ospedale di Circolo di Varese (dove vengono comunque indirizzate le emergenze legate a traumi - incidenti stradali ecc. - e le emergenze cardiologiche importanti).

Il servizio è ubicato al piano terra del Padiglione Leonardo

  • - una persona che si trova in condizioni cliniche di possibile immediato pericolo di vita;
  • - una persona che, se non sottoposta a terapie mediche specifiche in breve tempo, potrebbe incorrere in elevati rischi per la propria salute;
  • - una persona con danno traumatico o con sintomi acuti che non riesce a svolgere normalmente le attività consuete.
  • - in sostituzione del medico di famiglia;
  • - per evitare liste di attesa nel caso di visite specialistiche non urgenti;
  • - per ottenere la compilazione di ricette o altre prestazioni che potrebbero essere erogate dal medico di base, dalla guardia medica, da poliambulatori;
  • - per effettuare controlli clinici non urgenti;
  • - per comodità, per abitudine, per evitare il pagamento di ticket.

All'arrivo in Pronto Soccorso, il paziente è accolto da personale infermieristico che valuta le sue condizioni per assegnargli uno dei quattro codici colore che indica la priorità con la quale il paziente deve essere visitato.

I pazienti dimessi dal Pronto Soccorso con codice bianco sono tenuti al pagamento del ticket di 25 euro. 

Sono esentati dal pagamento gli assistiti di età inferiore ai 14 anni e superiore ai 65 anni e le persone che godono delle esenzioni per reddito, per invalidità e per patologie. Saranno classificati come codice bianco alla dimissione anche tutti i pazienti con qualsiasi codice di accesso che, a seguito della visita, lasceranno di propria iniziativa il Pronto Soccorso prima della chiusura del verbale.