Ambulatorio

 

Attività pediatrica

La visita anestesiologica serve al bambino e ai genitori per conoscere il medico anestesista. Serve al medico anestesista per conoscere il piccolo paziente, per approfondire le sue patologie, per spiegare tutto ciò che accadrà in sala operatoria, per chiarire i dubbi e le perplessità riguardo l'anestesia e il periodo pre, intra e post-operatorio.

Con l'anamnesi, la visita clinica e gli esami di laboratorio l'anestesista valuta: l'idoneità del bimbo all'intervento chirurgico, la necessità di eseguire ulteriori indagini e il rischio anestesiologico. L'anestesista compila la cartella anestesiologica e illustra le possibili tecniche in relazione al tipo di intervento e alla storia clinica del piccolo paziente. L'incontro in ambulatorio è il primo passo per spiegare "il gioco dell'addormentamento": con le tecniche di distrazione (gioco delle differenze e le bolle di sapone per i più piccoli) e il genitore sempre presente ci si addormenta tranquilli. Si spiega al genitore il suo ruolo in Sala Operatoria, in modo che quel giorno non si senta "pesce fuor d'acqua". Infine, dopo aver fornito adeguate informazioni sui rischi e benefici associati alle procedure anestesiologiche, acquisisce il consenso informato.

Può accadere che l'anestesista che ha visitato il vostro bambino non sia presente il giorno dell'intervento: le informazioni che gli avrete dato saranno trasmesse al collega.

 

Attività pediatrica