Accesso civico generalizzato

Riferimento normativo: Art. 5, c. 2, d.lgs. n. 33/2013
Contenuti dell'obbligo: Nomi Uffici competenti cui è presentata la richiesta di accesso civico, nonchè modalità per l'esercizio di tale diritto, con indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale.
Aggiornamento: Tempestivo

Struttura responsabile dell'inserimento del dato: S.C. Affari Generali e Legali
Direttore/Responsabile dell'elaborazione, della trasmissione e della pubblicazione del dato: Dott.ssa Clara Pelliccia

                                                                                                                 

Richiesta accesso civico generalizzato

L'accesso civico generalizzato è il diritto di chiunque di richiedere i documenti, le informazioni o i dati ulteriori rispetto a quelli per i quali sussiste per le pubbliche amministrazioni l'obbligo di pubblicare ai sensi del decreto legislativo n.33/2013.

 

Uffici competenti a cui è presentata la richiesta di accesso civico

L'istanza può essere trasmessa direttamente agli uffici che detengono i dati e/o i documenti (Uffici competenti) ai seguenti indirizzi di posta elettronica:

  • PEC: protocollo@pec.asst-settelaghi.it

  • S.C. Affari Generali e Legali: segreteria.affarigenerali@asst-settelaghi.it  

  • Ufficio relazione con il pubblico (URP): urp@asst-settelaghi.it

 

Modalità e istruzioni per l'esercizio del diritto di accesso civico generalizzato

Aggiornamento del "Regolamento per l’esercizio del diritto di accesso agli atti e ai documenti amministrativi, del diritto di accesso civico e del diritto di accesso civico generalizzato" (Delibera n. 599 del 30.06.2017)

Modalità rilascio documentazione 2017

Tabella tariffe 2017

Modello accesso agli atti

Modello istanza accesso civico generalizzato

                                                                                                                 

Tutela amministrativa: riesame

Il richiedente nei casi di diniego totale o parziale dell’accesso o di mancata risposta entro il termine previsto può presentare entro i successivi n. 30 (trenta) giorni richiesta di riesame al RPCT dell’ASST Sette Laghi.

Il controinteressato contro il provvedimento di prima istanza (di accoglimento della richiesta di accesso, nonostante l’opposizione formulata nel termine stabilito) ha a disposizione n.15 (quindici) giorni di tempo, dal ricevimento della relativa comunicazione, per chiederne il riesame da parte del RPCT.

L’istanza di riesame s’intende ricevuta nel giorno in cui è acquisita all’Ufficio protocollo dell’ASST Sette Laghi, mediante posta elettronica certificata (PEC) ovvero nel giorno in cui è pervenuta a mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno, all’indirizzo indicato dall’Ufficio responsabile del procedimento.

Se l’accesso è stato negato o differito a tutela della protezione dei dati personali, il RPCT provvede sentito il Garante per la protezione dei dati personali, il quale si pronuncia entro n. 10 (dieci) giorni dalla richiesta.

A decorrere dalla comunicazione al Garante il termine per l’adozione del provvedimento di riesame  è sospeso fino alla ricezione del parere del Garante e, comunque, per un periodo non superiore a n. 10 (dieci) giorni.

Nel caso di rifiuto totale o parziale della richiesta di accesso generalizzato, l'ASST agevola l’esercizio del diritto di chiedere il riesame della decisione, previsto dall’art. 5, comma 7, d.lgs. n. 33/2013.

A tal fine, le informazioni necessarie per presentare la richiesta di riesame, oltre che per utilizzare i rimedi giurisdizionali previsti dal medesimo art. 5, comma 7, sono il numero di protocollo della domanda originaria, gli estremi della decisione amministrativa oggetto della domanda di riesame, i nominativi del personale dell’ASST già contattato nonchè i dati anagrafici, residenza e i contatti del richiedente. 

Il RPCT decide con provvedimento motivato, entro il termine di venti giorni dall’istanza di riesame.

Il termine è sospeso qualora il RT senta il Garante per la protezione dei dati personali se l’accesso è stato negato o differito a tutela degli interessi di cui all’art. 5 bis co. 2 lett. a) (relativi alla protezione dei dati personali).

Nell’ipotesi in cui il Titolare dell’Ufficio responsabile del procedimento coincida con quello del RPCT dell’ASST, sulla richiesta di riesame, provvede il Direttore Amministrativo pro-tempore.

Pertanto, nel provvedimento di prima istanza, occorrerà precisare che “l’istanza di riesame è  inoltrata al direttore amministrativo pro tempore, i cui riferimenti sono pubblicati sul sito istituzionale nella sezione Amministrazione Trasparente”.

 

Tutela giurisdizionale: ricorso al TAR

Avverso la decisione dell’ASST o, in caso  di richiesta di riesame, contro la decisione del RPCT, il richiedente può proporre ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) entro il termine di n. 30 (trenta) giorni (https://www.giustizia-amministrativa.it/web/guest/come-proporre-un-ricorso-o-difendersi-in-giudizio-personalmente) .

 

Ricorso al difensore civico

Il richiedente può anche presentare ricorso al Difensore civico nominato da Regione Lombardia (https://www.difensoreregionale.lombardia.it/wps/portal/site/difensore-regionale). Se il Difensore civico ritiene illegittimo il diniego o il differimento, ne informa il richiedente e lo comunica all’Ente. Se l’Ente non conferma il diniego o il differimento entro n. 30 (trenta) giorni dal ricevimento della comunicazione, l’accesso civico è consentito. Anche contro la decisione del Difensore civico il richiedente può proporre al TAR. Nei casi di accoglimento della richiesta di accesso (nonostante l’opposizione formulata nel termine stabilito) il controinteressato può, a sua volta, presentare riesame e presentare ricorso al difensore civico regionale.

                                                                                                                 

MODULISTICA

Istanza di accesso civico generalizzato "riesame"

Istanza di accesso civico generalizzato "riesame" controinteressato

Istanza di accesso civico generalizzato "riesame" opposizione interessato

Ultimo aggiornamento: $dateUtil.getDate($articleDisplayDate, "dd/MM/yyyy", $locale)