Direttore generale



È il legale rappresentante dell'Azienda, è responsabile della gestione complessiva dell'Azienda e risponde alla Regione del proprio operato, svolto nell'ambito dell'attività di programmazione regionale.
Attua il proprio mandato con autonomia imprenditoriale in relazione all'organizzazione e al funzionamento dell'ASST.

Sono di competenza esclusiva del Direttore generale le attività di controllo e di governo.

Ai sensi della vigente normativa nazionale e regionale il Direttore generale:

- adotta l’atto di organizzazione aziendale, nel rispetto dei principi e criteri previsti da disposizioni regionali, nel quale sono individuate le strutture operative dotate di autonomia gestionale o tecnico-professionale, soggette a rendicontazione analitica;

- è responsabile della gestione complessiva e nomina i responsabili delle strutture organizzative;

- è coadiuvato dal Direttore amministrativo, sanitario e sociosanitario e si avvale del Collegio di Direzione per le attività indicate all’art.17 del predetto D.Lgs.;

- costituisce, insieme al Direttore amministrativo, sanitario e sociosanitario, la Direzione Strategica Aziendale;

- nomina il Direttore amministrativo, sanitario e sociosanitario che partecipano alla Direzione dell’Ente, assumono diretta responsabilità delle funzioni attribuite alla loro competenza e concorrono alla formazione delle decisioni della direzione generale, formulando proposte e pareri;

- ha la rappresentanza legale dell’Ente, nonché tutti i poteri di gestione e gli compete la verifica, mediante valutazioni comparative di costi, dei rendimenti e dei risultati, della corretta ed economica gestione delle risorse attribuite ed introitate, nonché l’imparzialità ed il buon andamento dell’azione amministrativa;

- riceve le osservazioni, opposizioni, denunce e reclami relativi alle prestazioni di assistenza sanitaria, provenienti dall’interessato, dai suoi parenti o affini, dagli organismi di volontariato o di tutela dei diritti, accreditati presso la Regione;

- partecipa alle sedute della conferenza dei Sindaci nei limiti e  secondo le modalità stabilite nella deliberazione X/5507 del 02/08/2016 “attuazione L.R.23/2015: regolamento di funzionamento della Conferenza dei Sindaci, del Consiglio di rappresentanza dei Sindaci, dell’Assemblea  dei Sindaci dell’ambito distrettuale”.

(D.Lgs. 502/92, L.R. 33/09 e L.R. 23/15)

 

Direzione strategica

 

Supportano il Direttore generale, il Direttore amministrativo, il Direttore sanitario e il Direttore sociosanitario che, insieme, costituiscono la Direzione Strategica o Alta Direzione cui compete la definizione delle politiche aziendali, per il raggiungimento degli obiettivi di salute fissati da Regione Lombardia.

L'ASST si articola in due settori aziendali rispettivamente definiti Rete territoriale e Polo ospedaliero, che afferiscono direttamente alla Direzione generale. La responsabilità di garantire il coordinamento della gestione di ciascun settore aziendale spetta al Direttore generale il quale, al fine di ottimizzare il funzionamento e la gestione dei settori aziendali, può attribuire esclusivamente al Direttore sanitario la funzione di direzione del settore aziendale Polo ospedaliero ed esclusivamente al Direttore sociosanitario la funzione di direttore del settore aziendale Rete territoriale.